IL NOSTRO MODENA PLAY 2019

Come ogni anno arriva il Play di Modena, il più importante appuntamento per tutti gli appassionati di giochi di ogni tipo!Quest’anno abbiamo giocato come non mai! Scriviamo questo articolo per farvi vedere a cosa abbiamo giocato e per darvi un’idea su quali titoli ci hanno più colpito.

GIOCHI UNITI

KINGSBURG – THE DICE GAME, il quale ha dato inizio alla nostra avventura, un gioco di dadi di un gioco di dadi (lol). Il celebre gioco edito da Giochi Uniti si riscopre con una veste tutta nuova. Lo abbiamo ritrovato sottoforma di un Roll and Write. Da abbastanza la sensazione di star giocando a Kingsburg e ricorda suo babbo sotto diversi aspetti. Sicuramente per chi è appassionato dei gioco originale troverà questo titolo sufficientemente appagante.

 

CRANIO CREATIONS

Blackout Hong Kong

Continuiamo la nostra avventura con BLACKOUT HONG KONG, uno dei titoli maggiormente attesi di quest’anno, edito dalla Cranio Creations. Ci troviamo di fronte ad un ambientazione di gioco ben diversa da quello che siamo abituati a vedere, infatti saremo immersi nella gestione di un black out che ha colpito la città di Hong Kong. Le meccaniche di gioco sono piuttosto semplici, ed ogni turno è ben scandito da una serie di step ben precisi. Molto verte ad inizio turno quando dovremo giocare 3 carte da inserire coperte in appositi slot della nostra plancia. Queste carte ci forniranno diverse azioni, solitamente ci faranno ottenere risorse, utili poi nel completare obiettivi che ci consentiranno di

Blackout Hong Kong

guadagnare punti vittoria, denaro oppure esplorare la mappa, la quale da la possibilità di sbloccare dei bonus permanenti. Nel suo complesso possiamo dire che è un gioco molto interessante, l’ambientazione però ci sembra un po’ troppo “appiccicata”, ma almeno è qualcosa di nuovo.

 

 

UBOOT, altra grande novità. Un gioco cooperativo ambientato in un sotto marino con un forte accento simulativo. Grazie all’applicazione necessaria per giocare a questo titolo, ci troveremo fianco a fianco a gestire ogni aspetto di un U-Boat tedesco nel periodo della seconda guerra mondiale. Un gioco che farà sicuramente parlare di se molto a lungo.

 

GATE ON GAMES

Allo stand Gate On Games, quest’anno con molte succulente novità, abbiamo provato: 7 – the sins, kiwara, goryo, shy monster (in una fantastica versione gigante) e rolling ranch.

Andiamo con ordine:

7 – THE SINS,

7 – THE SINS

un gioco di carte che ci metterà a dura prova con la nostra memoria. Ogni carta rappresenta un peccato capitale e daranno punti se collezionate fino ad un tot di carte, superato questo limite in poi, invece i punti saranno negativi. Durante la partita non potremo MAI guardare quali carte abbiamo collezionato.

 

Il pepe alla partita lo da L’abisso dell’anima, un sistema che permette al gioco stesso di giocare! I giocatori potranno scegliere se collezionare i peccati di fronte a se oppure gettarli nell’abisso dell’anima, cambiando le regole del gioco a partita in corso. Se l’abisso dell’anima totalizza pochi punti, allora vincerà la partita il giocatore che ha totalizzato il minor numero di punti, altrimenti accade il contrario.

 

Goryo

GORYO, altro gioco in uscita il prossimo autunno. Per me una delle rivelazioni più piacevoli di questa edizione. È un gioco d’investigazione per soli due giocatori e le meccaniche ricordano molto giochi come Scotland Yard. Lettere da Whitechapel e così via. Un giocatore vestirà i panni di uno spirito chiamato appunto Goryo e si sposterà nella plancia segretamente e, in maniera furtiva, dovrà rompere gli oggetti che trova, (da buon felino), stando attento, però, a non rompere l’oggetto cui è legato il suo spirito. L’altro giocatore, impersonificherà, invece, quattro samurai, che saranno alla ricerca del Goryo stesso e devono riuscire a scoprire qual è questo oggetto “spiritato”. Non vedo e non vediamo l’ora che esca sugli scaffali!

 

 

Goryo

 

 

Kiwara

KIWARA, altro gioco per due giocatori, direttamente dalla mente di Bruno Cathala, celebre per aver dato alla luce giochi come 7 wonders duel, abyss, king dominon, kanagawa e tantissimi altri, dove dovremo piazzare i nostri animali all’interno di una scacchiera delimitata da varie zone della savana. L’obiettivo del gioco è fare più punti vittoria controllando le suddette zone, ma attenzione, perché ogni animale ha la sua caratteristica e si sa, nella savana regna l’animale più forte. Non è mai piacevole per una gazzella incontrare un leone, e nemmeno in questo gioco. La meccanica di gioco è molto semplice ed elegante, ogni turno andremo a piazzare un nostro animale e poi, seguendo i bordi della scacchiera, potremo far avanzare un indicatore da 1 a 3 caselle, e decidere la fila su cui far posizionare, al nostro avversario, il suo animale.

 

SHY MONSTER, anch’esso per due giocatori, dalla durata di 15/20 minuti. Un gioco asimmetrico e di bluff, nel quale un giocatore dovrà cercare di sfuggire da un dungeon direttamente costruito dall’altro giocatore! Oltre alla meccanica molto carina del gioco, allo stand della GOG si presentava in una fantastica versione gigante, dove letteralmente impugnando lo spadone ti facevi strada nel sotteraneo appena costrutio dal tuo avversario.

ROLLING RANCH, altro gioco, altro roll and write, tipologia di gioco che sta prendendo sempre più piede nel mercato. Questa volta vestiremo i panni di un agricoltore alle prese con la ricostruzione della propria fattoria. Potremo decidere di sfruttare i dadi messi a disposizione tra tutti i giocatori per piazzare galline, mucche o maiali oppure per ricostruire silos e stalle, i quali daranno bonus e punti vittoria. In più il tutto è condito da un obiettivo segreto, differente per ogni giocatore, il quale da più vita e longevità al gioco.

Rolling ranch

La nostra avventura con le novità GOG finisce qua, e c’è anche scappata una partitina a Spirit of the forest, che fa sempre piacere giocarci.

ASMODEE

Ci sono scappati di provare solo due giochi della Asmodee, ma entrambi ci sono piaciuti molto.

Tokyo highway e Viaggio nella terra di mezzo

IL SIGNORE DEGLI ANELLI – VIAGGIO NELLA TERRA DI MEZZO  è un gioco cooperativo che vi farà impersonificare un eroe tolkeniano della terra di mezzo. Spalla a spalla con i tuoi amici avventurieri affronterete varie sfide nella campagnia del gioco. La campagna è gestita da un’applicazione, con la quale potrete esplorare la mappa e vi gestirà gli incontri in maniera casuale, così che se decidete di riaffrontare l’avventura, non avrete mai una partita uguale a quella precedente.

Tutti gli amanti del Signore degli Anelli (quindi mi auguro TUTTI!) troveranno molto avvincente questo titolo.

Tokyo Highway

TOKYO HIGHWAY, ci spostiamo da un mondo fantastico ad un mondo frenetico, fatto di intrecci di strade sopraelevate! Questo è quello che propone Tokyo Highway, ovvero mettere alla prova la nostra destrezza nel piazzare piloni e strade al fine di collocare tutte le nostre 10 automobili. Bisogna però stare attenti a non distruggere tutto!

 

 

 

DAL TENDA

Si può creare un gioco con una cordicella e due specie di dadi a forma di lottatori di sumo? Si!

Si chiama SUMO SLAM. L’obiettivo è di totalizzare per primi un tot di punti vittoria, tirando i nostri lottatori di sumo all’interno di un ring. Per fare più punti devono assumere determinate posizioni, a patto che centriate il ring!

Altro party game promosso è PEACH SNAP, un giochino di carte MOOOOLTO frenetico, il vincitore sarà colui che si libera per primo di tutte le carte del suo mazzetto.

Connect 5

Ultimo gioco provato allo stand Dal Tenda è CONNECT 5, un gioco astratto per un massimo di 5 giocatori i quali dovranno gareggiare per connettere insieme 5 punti del tabellone. Il gioco si svolge su più turni e a fine partita chi ha più punti vittoria sarà il vincitore.

 

 

 

 

GHENOS

Passiamo anche dalla GHENOS con RAIDERS OF THE NORD SEA e un titolone molto atteso WINGSPAN.

Raiders of the nord sea

RAIDERS OF THE NORD SEA è arrivato anche da noi grazie a Ghenos, è un piazzamento lavoratori e gestione risorse, il quale ci metterà nei panni di Vichinghi devoti a razie scorribande nei mari del Nord. Per ottenere di più dalle nostre razzie dovremo avvalerci della migliore ciurma possibile, la uale è composta da carte con personaggi dalle varie abilità.

Oltre ad essere un gioco semplice ma non banale si presenta con un grafica molto carina.

 

 

Passiamo ora a WINGSPAN, il quale farà sicuramente parte della nostra ludoteca! Innanzitutto vorrei parlare dei materiali che sono bellissimi! Carte fantastiche, delle grosse plance per ogni giocatore, il tira dadi a forma di casetta per gli uccelli, dell’uovette di plastica di vari colori. Ci siamo innamorati a prima vista.

Il gioco ha delle regole molto semplici e lienari, che si apprendono in veramente poco tempo, ma questo non rende il titolo banale. Dovremo essere capaci a far combinare le carte giocate con gli obiettivi al termine di ogni turno di gioco, ed anche al nostro obiettivo segreto. Sostanzialmente è un gioco di combo e dovremo essere i più bravi a saperle sfruttare. Il fatto che ci siamo degli obiettivi che possono cambiare di partita in partita da a questo titolo molta rigiocabilità.

La semplicità di questo titolo lo rende giocabile anche da ragazzini dai 10 anni in su, e le carte uccello sono molto interessanti, dal momento in cui danno varie informazioni sull’esemplare appena giocato, quindi mi sento di consigliare questo gioco anche a famiglie che cercano di trasmettere qualcosa in più attraverso un gioco da tavolo.

Wingspan

 

 

 

 

 

MS EDIZIONI

Mappe stellari

In attesa che esca Root, abbiamo provato un roll and write molto carino a tema spaziale di nome MAPPE STELLARI, come la maggior parte dei roll and write è un solitazio di gruppo, ma la cosa che lo caratterizza è la presenza di un libro pieno di sfide da affrontare.

 

 

 

 

 

Il secondo gioco provato è ESCAPE TALES – IL RISVEGLIO una mix tra una escape room da tavolo e un libro game. La particolarità di questo titolo è che oltre a risolvere vari enigmi, in base alle decisioni prese la storia può prendere varie strade fino a portarti a finali diversi tra loro. Molto interessante, di fatti una copia del titolo è approdata a casa mia pronta ad essere sviscerata in ogni suo dettaglio. Inoltre il gioco è accompagnato da un’applicazione su cui inserire le varie soluzioni agli enigmi e richiedere anche qualche aiuto extra nel caso si rimanga bloccati.

 

OLPIPHANTE

Siamo da sempre abituati molto bene con questa casa editrice, infatti anche quest’anno ha portato sui nostri tavoli un piccolo gioiellino della Hurrican, si tratta di NAGARAJA, un gioco per due giocatori nel quale i giocatori si daranno letteralmente battaglia attraverso carte e dadi non proprio tradizionali (almeno nella nostra epoca) per trovare i più bei tesori all’interno di un tempio.

A turno viene estratta una tessera percorso da poter piazzare all’interno del proprio tempio. A questo punto ci si affronta e il vincitore può prendere la tessera e piazzarla a suo piacimento con l’obiettivo di sbloccare uno dei tanti tesori che si trovano lungo il bordo della plancia. Ogni tesoro ha un punteggio e il giocatore che arriva per primo a 25 punti sarà il vincitore! Ma attenzione, ci sono anche 3 tesori maledetti, che daranno singolarmente il maggior numero di punti vittoria possibili, ma se collezionati tutti e tre saremo maledetti e automaticamente perderemo la partita.

Vi consigliamo assolutamente di provare questo titolo.

Nagaraja

 

 

 

 

 

 

 

 

DV GIOCHI

Allo stand della dV Giochi abbiamo avuto l’opportunità di provare BANG! THE DUEL – RENEGADES, l’espansione del duello del celebre gioco a tema spaghetti western. Il gioco ancora è in fase di test e ci auguriamo che venga fatto uscire per Lucca Games 2019. Cosa aggiunge questa espansione? La terza fazione! Quella dei rinnegati!! Hanno un sistema di gioco molto differente dalle altre due fazioni in gioco, infatti utilizzando una meccanica che ricorda Dodge City, quindi dovranno di volta in volta pianificare i propri turni di gioco per poi dimostrare tutta la loro aggressività! Inoltre questa espansione introduce la modalità di gioco per tre giocatori. Un Triello! Molto ben fatta e curata, non vediamo l’ora di giocarci. La dV ha presentato questa espansione in grande stile, facendoci provare direttamente il gioco insieme ad Emiliano Sciarra, l’autore. È stata sinceramente una bella esperienza, ci farebbe piacere avere qualche tavolo di bang! in più in queste manifestazioni, pur essendo un gioco con quasi 20 anni alle spalle rimane sempre uno dei più apprezzati e ha fatto iniziare molti di noi a giocare forte da tavolo.

 

TESLA GAMES

Ceylon

Non escono solo nuovi giochi, ma escono anche nuove case editrici 😀 e pensate che cosa può succedere se queste nuove case editrici portano anche nuovi giochi? Ecco il caso di Tesla Games che porta in italia un gioco molto chiaccherato durante Essen 2018: CEYLON. Un ottimo entry level per entrare nel mondo dei gestionali. Il gioco si basa sulla selezione di azioni attraverso delle carte che si hanno in mano. Ogni carta ha sempre quattro azioni, due diverse e due uguali per ogni carta. La cosa particolare è che, selezionata l’azione, si da via alla forte interazione che ci regala questo gioco. Infatti ogni altro giocatore potrà svolgere una delle azioni che il giocatore di turno non ha scelto, facendo in modo da dover fare delle scelte oculate su cosa si sta per giocare.

A chi l’ha provato è piaciuto, però forse gli manca un po’ di cattiveria in più, che in giochi del genere male non fa.

FEVER GAMES

Oltre ad avere Topiary in offerta a 10 euro ci siamo fermati a giocare ad un altro gioco che entrerà ben presto a far parte della nostra collezione. Si tratta de “ARCHITETTI DEL REGNO OCCIDENTALE”. Un buon piazzamento lavoratori che ci porterà alla costruzione di una cattedrale. Ma non bisogna essere dei santi per poterla costruire, potremo commerciare al mercato nero, rubare le tasse e rompere l’anima agli altri architetti sottraendogli dal tabellone alcuni dei lavoratori che hanno già piazzato. Tutto questo avvalendoci di fedeli aiutanti che ci permetteranno di progredire nel gioco. Ci è piaciuto molto, tanto da portare prossimamente una copia in associazione!

Architetti del regno occidentale

 

 

GIOCHIX

Chiudiamo la nostra avventura con un giocone, impronunciabile, ma un giocone. Stiamo parlando di: “TEOTIHUACAN: CITTÀ DEGLI DEI“.  Un bel gestionalone con un piazzamento dadi molto ben congeniato. Per svolgere le nostre azioni, che ci forniranno punti vittoria o risorse, da spendere per la realizzazione della piramide al centro della plancia, dovremo spostare attraverso il tracciato ai bordi del tabellone i nostri dadi, ed ogni volta che verranno piazzati invecchieranno fino a morire. Una volta morti ci daranno delle ricompense. Ovviamente vince il giocatore che ottiene più punti vittoria e ci sono varie strade da poter percorrere. È un gioco molto vasto e di certo non bastano queste cinque righe per descriverlo per bene. Comunque a noi è piaciuto! 🙂

Teotihuacan

 

 

 

 

 

 

Ci siamo molto divertiti, come ogni anno. In più ormai il Play è anche un’occasione per rincontrare tanti amici!

Ci vediamo a Lucca! 😀 😀

 

Alessandro